www.WWW.TRAGHETTIAMO.IT - Centro prenotazioni traghetti on line. Tutte le compagnie di navigazione ? Tutte le navi in partenza da Bari Brindisi Ancona Venezia verso la Grecia: Igoumenitsa, Patrasso, Zante. Cefalonia, Sami Corf? Paxi ? Albania: Valona, Durazzo ? Turchia: Cesme ? Croazia: Dubrovnik, Kotor, Spalato - Compagnie di navigazione: Agoumidos Lines - Ventouris - Snav - Endeavor Lines - Anek Lines - Minoan Lines - Superfast - Blue Star - traghetti Italia/Grecia.it

www.Traghettiamo.it Centro prenotazioni traghetti on line a cura di Viaggi Fazzina srl - Via Carmine, 63 - 72100 Brindisi
tel. 0831- 521408 fax 0831-393111 info@traghettiamo.it

        

 

 

TRAGHETTI

Durazzo
Valona

Spalato
Zadar
Stari Grad
Dubrovnik

Corf? fp-style=
Cefalonia
Igoumenitsa
Patrasso
Zante

 

 

 

 

 

 

 

 

TRAGHETTI

Durazzo
Valona

Spalato
Zadar
Stari Grad
Dubrovnik

Corf? fp-style=
Cefalonia
Igoumenitsa
Patrasso
Zante

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TRAGHETTI

Durazzo
Valona

Spalato
Zadar
Stari Grad
Dubrovnik

Corf? fp-style=
Cefalonia
Igoumenitsa
Patrasso
Zante

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 
24-01-17

 
 

La Turchia ?un paradiso di sole, mare, montagne e laghi. Nel periodo da Aprile a Ottobre con il suo clima temperato, offre ai visitatori luoghi ideali per rilassarsi lontano dallo stress della vita quotidiana sulle belle spiagge sabbiose oppure godersi la tranquillit?delle montagne e dei laghi. La Turchia ha un magnifico passato, una turbinosa fusione tra oriente e occidente, antico e moderno, culla della cultura e delle grandi civilt?con i suoi luoghi di tesori storici da ben 13 successive civilizzazioni, anche soggiornando per un breve periodo ?possibile ammirare molto del suo grande passato, la Turchia ?stata centro di civilt?per ben 10000 anni. La Turchia ?un paese estremamente ospitale, grazie alle sue strutture ed alla cordialit?e disponibilit?dei suoi abitanti unica in questo paese.

TURCHIA IN TOUR Con un sole che splende undici mesi all'anno e con le sue bellezze naturali, la Turchia ?considerata la culla delle pi?antiche civilt?del mondo. La maggior parte delle visite in Turchia inizia da Istanbul, alla quale dedichiamo una propria pagina - clicca qu?per visualizzarla.

Penetriamo nel cuore dell'Anatolia per visitare la capitale, Ankara dove potrete visitare il Museo della civilt?anatoliche allestito nell'antico bazar coperto restaurato che ospita una magnifica collezione di oggetti d'arte relativi alle pi?antiche culture del mondo; o se lo preferite, ammirare le coste del Mar Nero; o ancora, discendere verso l'Egeo o a sud verso il Mediterraneo.
Se da Istanbul seguite la grande strada costiera, essa vi condurr?a Bursa che fu la prima capitale dell'impero ottomano nel 1326 da ammirare i primi esempi dell'architettura ottomana. Essa ?anche un importante centro termale.
Lasciata Bursa potrete facilmente raggiungere la costa egea, dove incontrerete ad ogni passo resti di antiche civilt?che qui si stabilirono nei vari periodi della storia anatolica. La Troia omerica ?situata nella provincia di Canakkale, nei pressi dell'omonimo canale. Gli scavi effettuati sul luogo hanno riportato alla luce ben nove livelli di insediamento sovrapposti, di cui il pi?antico risalente approssimativamente al 3000 a.C.


Ankara

Proseguendo nel vostro viaggio incontrerete le magnifiche stazioni balneari di Akcay, Oren, Ayvalik e Foca, fino ad arrivare ad Izmir, perla dell'Egeo. Cesme, a 80 km ad ovest di Izmir, ?famosa per le sue acque termali e per il suo mare limpido e scintillante. Efeso, una delle pi?suntuose citt?dell'Asia Minore all'epoca dei romani, restaurata in modo superbo, vi riporter?indietro nel tempo di duemila anni. Da qui potrete raggiungere Meryemana, la casa della Vergine Maria, dove Maria trascorse i suoi ultimi giorni. Kusadasi, "l'isola degli uccelli" ed il suo porto, vi permetteranno di riposarvi e fare il bagno in acque azzurre e limpide.

Per la foto si ringrazia  www.viaggiaresempre.it

Pamukkale

Verso l'interno, in direzione di Denili troverete i resti dell'antica Hierapolis e la meraviglia naturale di Pamukkale, il "castello di cotone". Le sorgenti d'acqua sature di calcare hanno creato delle cascate pietrificate e delle vasche bordate di stalattiti, queste acque vengono utilizzate sin dall'epoca romana per le loro virt?terapeutiche. Proseguendo verso il sud, sempre verso l'Egeo, incontrerete le antiche citt?della ricca confederazione ionica: Priene, arroccata sul fianco di una montagna scoscesa; Mileto, patria del primo urbanista Hippodamos; Didima, con il suo santuario di Apollo. Continuando verso il golfo di Gokova, a sud, incontrerete l'affascinante stazione balneare di Bodrum, dominata dal castello fatto erigere dai cavalieri di Rodi, affollata di pescatori, artisti e turisti, patria del viaggiatore e storico Erodoto vissuto nel V sec. a.C., oltre che residenza del re Mausolo, la tomba del quale era una delle sette meraviglie del mondo.

Dirigendovi verso sud, arriverete a Marmaris, raccolta in una profonda baia circondata da foreste di pini che discendono fino al mare, ?un paradiso dove degustare dell'ottimo pesce e assaggiare il miele di pino. Da Marmarische ?possibile fare una crociera in direzione Bodrum, o meglio ancora, esplorare le coste ancora vergini della Licia, fino a giungere Antalya dove la bellezza della costa turchese bagnata dal Mediterraneo ?tale da far supporre che proprio in questo posto vi era il giardino dell'Eden. Anche voi sarete ammaliati dalla vegetazione lussureggiante fatta di palme, aranceti e bananeti protetti dalla catena montuosa dei monti Tauri, ricoperti da foreste di pini che si piegano verso il mare, imprimendo alla costa un profilo frastagliato; talvolta tratti di pianura s'aprono sul mare attraverso vaste spiagge di sabbia. Questo litorale ?stato favorito tanto dalla natura quanto dalla storia: Perge, Aspendos, Termessos, Olympos, Chimaira, localit?antiche dove, sovente, mitologia e leggenda si mescolano alla storia. Gli insediamenti antichi presenti in zona sono cos?numerosi che molti attendono ancora di essere scoperti, ai loro tesori si aggiungono chiese bizantine, moschee, castelli che risalgono ai tempi delle Crociate.

Goreme

Si ringrazia per la foto www.mvanzo.it

Continuando fino ad Anamur, Silifke, Mersin, Tarsus (citt?natale di San Paolo) ed Iskenderun, sarete sorpresi dalla bellezza della strada che costeggia continuamente il mare, con numerose calette dove potrete fermarvi per fare il bagno.
Proseguendo e passando da Konya la strada vi condurr?a Goreme, considerata da molti come la pi?grande meta turistica della Turchia, il paesaggio ?senza dubbio unico al mondo, sembra formatosi a tre milioni di anni fa in seguito ad alcune eruzioni vulcaniche che coprirono l'altipiano circostante di lave e ceneri, poi il vento e le intemperie hanno scolpito il tufo vulcanico, dando origine e dei coni monumentali detti "camini di fata" . Qu?l'uomo vi ha lasciato a sua volta la sua impronta scavando delle abitazioni primitive, delle chiese ed anche delle citt?sotterranee, affreschi, conservatisi in ottimo stato, sono ancora visibili nei santuari sconsacrati.
Proseguendo, Sanli Urfa, che vide nascere Abramo e che ?una delle pi?vecchie citt?della storia che contrassegnano questo tragitto; da est proseguite il vostro viaggio verso il mar Nero, la mitezza del clima, i suoi paesaggi verdeggianti, le piantagioni da the, vi sorprenderanno. Nei pressi di Trabzon non mancate di visitare il monastero di Sumela, costruito sul fianco perpendicolare di una montagna.

 

GEOGRAFIA
 Il territorio della Turchia si estende su 814.578 km?,  ?circondato da quattro mari (Mediterraneo, Mar Nero, Mar Egeo e Mar di Marmara ), vale a dire 8333 km di costa intorno ad una terra che unisce l'Europa all'Asia, l'altopiano dell'Anatolia occupa una parte dell'Asia mentre le pianure della Tracia sono gi?Europa; le due parti sono divise tra di loro dal Bosforo (Istanbul Bogazi), dal Mar di Marmara e dallo stretto dei Dardanelli (CanaKKale Bogazi). L'Anatolia ?un altopiano che si innalza progressivamente verso Est, tagliato da profonde valli e da una quindicina di fiumi tra cui il Tigri (Dicle) e l'Eufrate (Firat). Vi si trovano numerosi laghi, alcuni dei quali, come il Lago di Van, sono grandi quanto i mari interni. A Nord si estende la catena di Montagne del Mar Nero, parallela al mare che lascia il posto a fertili pianure, al Sud le Montagne del Tauro che si prolungano verso il mare, formando una costa irregolare di promontori rocciosi e baie nascoste. la Turchia presenta grandi variet?di clima; temperato al Nord, continentale nelle zone interne e mediterraneo, lungo il Mare Egeo e le coste mediterranee. Le coste della Turchia, bagnate da quattro mari, si estendono lungo pi?di .
 
POPOLAZIONE E LINGUA la Turchia conta circa 67.8 (2001) milioni di abitanti di cui il 40% vivono nei paesi; le principali citt? sono: Istanbul, Ankara la capitale, Izmir, Adana, Antalya, Bursa, Gaziantep. La lingua turca, non ?indo-europea n?semitica, appartiene al gruppo Uralo-Altico ed ?affine alle lingue ungaro-finniche. Essa ?scritta con caratteri latini ed ?oggi parlata nel mondo da 150 milioni di persone. RELIGIONE la popolazione Turca ?per il 99% mussulmana. La Turchia ?uno stato laico, con assoluta libert?di culto per coloro che non sono mussulmani.
ECONOMIA
Turismo
negli ultimi anni, la Turchia ?divenuta una delle maggiori mete turistiche dell'Europa;
Agricoltura
essa occupa un posto molto importante nella economia del Paese. Le principali colture sono: il grano, il cotone, il t? il tabacco, la nocciola e la frutta. Per quanto riguarda gli allevamenti, gli ovini costituiscono la voce pi?importante. La Turchia ? peraltro la maggior produttrice di lana in Europa.
Progetto del Sud-Est Anatolia (GAP):
il progetto GAP ?situato lungo il tratto inferiore dei corsi d'acqua dei fiumi Tigri (Dicle) e Eufrate (Firat). Esso assicura la potenza idroelettrica e l'irrigazione delle terre aride, oltre allo sviluppo di settori quali l'industria, il turismo, i trasporti, l'istruzione, la sanit? le telecomunicazioni, l'industria mineraria ed altri settori. La diga e la centrale idroelettrica Ataturk, ?una delle dieci dighe pi?grandi del mondo.
Risorse naturali
i principali minerali estratti sono il carbone, il cromo (largamente esportato), il ferro, il marmo, il rame, la bauxite e lo zolfo.
Industria
essa ?in pieno sviluppo e rivolta soprattutto alla trasformazione dei prodotti agricoli, alla metallurgia, alla tessitura, alla costruzione di automobili e di macchinari agricoli.
VALUTA
Limite
non vi ?limite d'importo in valuta straniera da portare in Turchia, 5000 US dollari per persona o l'equivalente in lire Turche possono entrare o uscire dal paese.
Ricevuta cambio
?necessario conservare la ricevuta del cambio effettuato della valuta in lire Turche. Quando acquistate souvenirs da portare fuori dal paese richiedete la fattura o ricevuta, prova che legalmente avete acquistato con il cambio che avete effettuato. Dietro richiesta, quando riconvertite le lire Turche in valuta estera, dovete dimostrare la ricevuta del cambio in pi?le fatture o ricevute di acquisto.
ANIMALI DOMESTICI:
per chi desidera portare con s?nel paese animali domestici si richiedono le seguenti documentazioni: a) "Certificato di Origine" rilasciato dal veterinario, b) "Certificato Sanitario" emesso 15 giorni prima della vostra partenza.
FORMALITA' PER GLI AUTOMOBILISTI
i turisti  possono far entrare liberamente la loro automobile nel paese, minibus, rotulotte, bicicletta, motocicletta, autobus ed altri veicoli, esibendo alla frontiera la seguente documentazione: 1. Passaporto; 2. Patente italiana o internazionale; 3. Libretto di circolazione, se il veicolo ?intestato ad altra persona esibire una procura notarile; 4. Carta verde di assicurazione (attenzione la sigla "TR" deve apparire ben visibile); 5. Carnet di transito (per gli automobilisti che intendono procedere il viaggio verso il Medio Oriente).
In caso di
incidente telefonare ai seguenti numeri: - Polizia del Traffico Tel: 154 (Trafik Polisi); - Carabinieri Tel. 156 (Jandarma).



RICORDIAMO CHE PER ANDARE IN TURCHIA E' NECESSARIO IL PASSAPORTO.
  

www.Traghettiamo.it a cura di Viaggi Fazzina srl - Via Degli Carmine 63, 21 - 72100 Brindisi tel. 0831- 521408  fax 0831-393111 info@traghettiamo.it